Incrocio tra Dobermann e Rottweiler: caratteristiche e gestione

Stai pensando di adottare un cucciolo ma non riesci a decidere tra queste due razze? Che ne dici di scegliere un meticcio?

Forse l’incrocio tra Dobermann e Rottweiler può fare al caso tuo. È un cane forte e potente, ma allo stesso tempo leale e protettivo. Vorresti saperne di più sul suo aspetto e temperamento?

Continua a leggere per capire se questo mix potrebbe essere quello giusto per te.

Caratteristiche dell’incrocio tra Dobermann e Rottweiler

Scheda dell’incrocio:

Vita media:9- 12 anni
Peso:30 – 60 kg
Altezza:60 – 70 cm
Tipo di pelo: corto
Colorazioni:nero, nero focato, marrone, marrone focato
Colore degli occhi:marrone, nocciola

Il cane che si ottiene dall’incrocio tra Dobermann Pinscher e Rottweiler è un meticcio, meglio conosciuto come Rottermann, o Doberweiler. I mix genetici sono sempre un’incognita, per cui non esistono dei veri e propri standard. Tuttavia, ha ottenuto qualche riconoscimento ufficiale:

  • è inserito nel Registro Internazionale dei Cani di Design (International Designer Canine Registry)
  • è riconosciuto dal Club Americano degli Ibridi Canini (American Canine Hybrid Club).

Normalmente è difficile indovinare l’aspetto esatto di un cane meticcio. In questo caso però ci sono molti tratti in comune tra le due razze e ci aiutano a prevedere alcune caratteristiche. Ad esempio? Possiamo immaginare la stazza e il colore del mantello. Mentre restano un mistero la tipologia di pelo e la forma del muso. Sarà stretto e allungato come quello del Dobermann, oppure squadrato e con una forte mandibola, come quello del Rottie?

Dimensioni

In linea generale, il Rottweiler è più massiccio del Dobermann. C’è però qualche differenza tra i tipi di allevamento per il Dobermann. L’Europeo è meno slanciato e più tozzo rispetto alla variante del Dobermann Americano. Tuttavia, sia i cani Rottweiler che i Dobermann sono di taglia grande, o taglia media – grande.

Dal loro incrocio non possiamo di certo aspettarci un cane di taglia media – piccola. In media, un Rottermann ha un’altezza al garrese di 60 – 70 cm, e può pesare anche 60 kg. Tutti di muscolo! 

Colore del pelo

Mentre il Rottweiler è sempre nero focato (per definizione di standard di razza), il Dobermann può assumere diverse colorazioni. Ha in comune al Rottweiler i toni del nero focato, ma può essere anche completamente nero, completamente marrone, o persino marrone focato.

Esiste anche una forma di Dobermann bianco, ma in realtà si tratta di un particolare caso di albinismo. I cani albini sono spesso molto delicati e sensibili a sviluppare patologie. Difficilmente vengono utilizzati per gli incroci. Anche perché il loro contributo genetico sarebbe pressoché povero: gli albini hanno gran parte dei geni in forma recessiva. In un incrocio verrebbero coperti dai tratti dominanti del partner “colorato”.

Detto ciò, quali colorazioni può assumere un Rottermann?

Anche se entrambi i genitori sono nero focato, non è detto che tutta la cucciolata mantenga la caratteristica. Le possibilità più probabili sono:

  • nero focato
  • marrone focato
  • marrone
  • nero.

Tipo di pelo

Se, per quanto riguarda la colorazione, i due genitori possono trovarsi d’accordo nei toni del nero focato, per la tipologia di pelo sono ben poche le somiglianze. A parte la lunghezza, non ci sono altri punti in comune. Sono infatti entrambe razze di cane a pelo corto. Ma il Rottweiler ha un doppio strato di pelo: il sottopelo. Il Dobermann, invece, ne è privo.

Anche in questo caso la cucciolata che si ottiene dal loro incrocio potrà essere mista, con o senza sottopelo.

Forma del muso

La forma del muso del Dobermann e del Rottie è davvero diversa. Il Rottweiler è un molossoide, caratterizzato da una mandibola importante e squadrata. Il Dobermann invece ha linee del muso molto più affusolate.

Non è facile stabilire a priori quale sarà l’aspetto della cucciolata. È molto probabile che si ottenga un risultato intermedio tra le due razze: un muso più lungo rispetto a quello del Rottie, che mantiene però i suoi tratti da molossoide.

Storia

rottermann

Gli incroci non hanno degli standard documentati, né tantomeno dei registri ufficiali da cui poter risalire alle origini. Conosciamo quindi ben poco sulla nascita del Rottermann.

Sappiamo invece molto di più sulla storia dei suoi genitori. Sono entrambi ottimi cani da guardia, da lavoro e da difesa. E hanno un passato in comune come cani da combattimento.

Vediamo insieme l’origine di queste razze!

Storia del Rottweiler

Nasce in Germania, nella città di Rottweil, da cui prende nome la razza. Il suo passato è stato un po’ burrascoso. Da prima veniva usato come cane da lavoro, o per trainare carri merce. In seguito, la sua forza fisica è stata sfruttata per i combattimenti tra cani.

Ad oggi, fortunatamente, questa pratica è ritenuta illegale, ma è durata abbastanza da lasciare a questa splendida razza la nomea di cane cattivo e aggressivo.

Il Rottweiler è registrato dalla F.C.I. (Federazione Cinofila Internazionale) con codice n° 147

Gruppo 2 – Cani di tipo Pinscher e Schnauzer, Molossoidi e cani da montagna e Bovari Svizzeri

Sezione 2.1 – molossoidi, di tipo mastino – con prova di lavoro.

Storia del Dobermann Pinscher

Anche il Dobermann nasce in Germania. Il suo nome deriva dall’allevatore tedesco che intorno al 1890 perfezionò gli standard di razza: Friedrich Louis Dobermann. Costui si occupava di incarichi pericolosi, tra cui il messo comunale e l’esattore delle tasse. Cercava perciò un cane forte, agile, fedele e pronto a difenderlo al momento del bisogno. Ecco che nacque il Dobermann Pinscher.

Inizialmente, il taglio delle orecchie nel Dorbermann e della sua coda erano pratiche comuni. Ad oggi, in Italia, le mutilazioni puramente estetiche sono proibite nel nostro Paese.

Nel corso della storia, i Dobermann Pinscher hanno svolto compiti principalmente di difesa, come cani da guardia, cani poliziotto, o dell’esercito. Tuttavia, ad oggi sono molto apprezzati anche come cane da compagnia.

Il Dobermann è registrato dalla F.C.I. (Federazione Cinofila Internazionale) con standard di razza n° 143;

Gruppo 2 – Cani di tipo Pinscher e Schnauzer, Molossoidi e cani da montagna e Bovari Svizzeri

Sezione 1.1 – Pinscher e Schnauzer – con prova di lavoro

L’incrocio tra Dobermann e Rottweiler è il cane giusto per te? 

Adatto a: proprietari espertiRapporto con i bambini: buonoRapporto con altri animali: buonoSolitario o non solitario: non solitarioVocalità: bassaLivello d’impegno: altoAffettuosità: altaSocievolezza: altaLivello di energia: altoLivello perdita pelo: bassaIpoallergenico: noAmbiente adatto: ampi spazi

Quando un allevatore decide di incrociare due razze di cani, è per cercare di unire le caratteristiche migliori di entrambi in un unico esemplare. Sia il Rottweiler che il Dobermann sono due splendide razze, eleganti e muscolose. Il Dobermann è più aggraziato e agile rispetto al Rottie. Ma per quanto riguarda il temperamento e i bisogni di spazio sono molto simili.

Che cosa uscirà dal loro incrocio?

Personalità e temperamento 

Contrariamente da ciò che potresti pensare, il Rottermann è un cane molto affettuoso e dolce. Ama stare al centro dell’attenzione e godere delle carezze del proprio padrone. Proprio come il Dobermann e il Rottweiler non ama quindi stare solo. Questo mix è proprio il classico “cagnone” che descriveresti come: grande, grosso e coccolone!

Questi sono i tratti che un incrocio tra Dobermann e Rottweiler dovrebbe avere per natura. Tuttavia, sono ammesse eccezioni. E soprattutto, le modalità in cui è stato addestrato possono influenzare molto la sua personalità e il suo temperamento.

Un’educazione troppo rigida, infatti, potrebbe far sviluppare tratti aggressivi del suo carattere. Oppure renderlo schivo e poco socievole. Se hai qualche dubbio su come addestrare il tuo Rottermann, portalo da un educatore qualificato. Una figura professionale saprà darti i giusti consigli per fare emergere gli aspetti migliori del suo carattere, così da farlo crescere docile e amorevole.

Rapporto con i bambini

Forse stenterai a crederci, ma i Dobermann sanno essere veramente dolci con i bambini. La stessa cosa vale per il Rottie. Non solo Rottweiler e bambini vanno molto d’accordo, ma questa razza è molto paziente. Sopporta bene anche qualche piccolo dispetto da parte dei suoi “cuccioli di umano”.

Dall’incrocio tra queste due razze così affabili con i bambini, possiamo solo aspettarci un cane altrettanto predisposto ad essere un buon babysitter. Resterà vigile e attento mentre giocano, o baderà alla culla, proteggendo il tuo bebè con lealtà.

Il tuo Rottermann avrà sempre un forte istinto protettivo nei confronti della famiglia e non farà mai loro del male in modo volontario. Ad ogni modo, si tratta sempre di un animale: potrebbe agire d’impulso! Da cucciolo, inoltre, potrebbe avere qualche problema a coordinare i movimenti, o a controllare la sua forza.

Ecco perché, nonostante il legame di fiducia con il proprio cane, è sempre consigliato supervisionarlo mentre gioca con i tuoi bambini.

Rapporto con altri animali 

Anche in questo caso l’addestramento e l’educazione alla socializzazione sono di grande importanza. Sicuramente sia il Dobermann Pincher che il Rottweiler sono cani territoriali. Ma se avrà ricevuto i giusti insegnamenti, il tuo Rottermann saprà sicuramente andare d’accordo con qualche amico a 4 zampe in visita.

Come fare se hai gatti?

Se il tuo desiderio è quello di far giocare i tuoi animali domestici come due fratellini, forse non riuscirai facilmente nel tuo intento. I felini sono animali molto schivi, che amano la pace e la tranquillità. La stazza del tuo Rottermann, il suo impeto e la sua energia sono tutti fattori che non incentivano i gatti ad avvicinarsi per “giocare”.

Ciò però non toglie che possano imparare a convivere sotto lo stesso tetto in armonia. È importante che tu imponga da subito delle regole! Inoltre, il compito di farle rispettare sarà più facile se il cane le imparerà da cucciolo.

A chi è adatto? 

Non ci sono dubbi che l’incrocio tra Rottweiler e Dobermann sia adatto a proprietari esperti. Nulla vieta a chi non ha mai avuto un cane di taglia media – grande di scegliere questo mix per la sua prima esperienza. Forse però avrà bisogno di un po’ di aiuto da parte di un addestratore (meglio se esperto nell’allevamento di Dobermann e Rottweiler).

Entrambe le razze legano molto con il proprio padrone e hanno bisogno di tante cure e attenzioni. Un incrocio come il Rottermann non è quindi consigliato a chi trascorre troppo tempo fuori casa per lavoro, o non ha la possibilità di farlo svagare con le sue attività ricreative preferite (passeggiata, corsa, addestramento).

Vocalità 

Sia il Rottweiler che il Dobermann sono molto territoriali. Ma non hanno l’abitudine di abbaiare per difendere la propria casa. Lo fanno solo in situazioni di reale pericolo. Il loro abbaio ha toni bassi, ma molto decisi. Possiamo quindi aspettarci che l’incrocio di queste due splendide razze possieda la stessa vocalità.

Esercizio 

Rottweiler e Dobermann sono entrambe razze molto energiche. Come i suoi genitori, anche un Rottermann avrà quindi grandi esigenze di esercizio fisico. Per questo vive meglio in spazi ampi, come in una casa con giardino. Tuttavia, potrà adattarsi alla vita di appartamento se gli permetterai di sfogare la sua energia con lunghe passeggiate.

L’esercizio per questo mix non deve essere solo fisico. Il Rottermann deriva da due razze molto intelligenti, che hanno bisogno di una buona dose di stimolazione mentale. Oltre all’attività all’aperto, dovrai quindi intrattenerlo con giochi di abilità, come i tappeti nascondi premietto, o i puzzle per cani.

Addestramento 

Sia il Dobermann che il Rottweiler sono cani predisposti all’addestramento. Se il tuo Rottermann prenderà le caratteristiche dei genitori, ti divertirai davvero a insegnargli nuovi comandi. Amerà passare del tempo con te ed essere lodato! Non dimenticarti quindi di acquistare qualche snack per la sua sessione di addestramento.

Cosa puoi insegnare al tuo Rottermann?

  • semplici comandi vocali, come “seduto”, “stop”, “zampa”, “abbaia”;
  • comandi dinamici, come “salta”, “gira”, “cammina al passo”
  • attività di riporto (frisbee, palla o bastone).

Cura del pelo

Abbiamo visto che il tipo di pelo potrebbe essere variabile anche nella stessa cucciolata. Il Rottweiler, infatti, è dotato di sottopelo, mentre il Dobermann ne è privo. Tuttavia, le indicazioni per prenderti cura del suo mantello non cambiano.

A prescindere dalla presenza o meno di un secondo strato protettivo di peluria, infatti, dovrai comunque spazzolarlo regolarmente. Per tenere il suo manto sempre in ordine sarà sufficiente pettinarlo una o due volte a settimana, a seconda della frequenza con cui perde il pelo.

Devi sapere, però, che i cani con un doppio strato (il sottopelo) tendono a perderne molto in coincidenza con i cambi di stagione.

Ecco una lista di accessori che non dovrebbero mancare per una corretta toelettatura:

  • shampoo per manti scuri
  • lozione lucidante per proteggere e idratare il pelo
  • spazzola o sfoltitore per manti corti.

Problemi di salute

cucciolo-di-rottmann

I cani di taglia grande sono forti e robusti. Ma ci sono alcune condizioni mediche che li riguardano particolarmente. Ecco alcuni problemi di salute che possono interessare un Dobermann – Rottweiler mix:

  • Displasia dell’anca:

questa condizione è molto frequente nei Rottweiler anziani. Consiste in una malformazione dell’articolazione dell’anca, che provoca difficoltà nella deambulazione e zoppia.

  • Allergie:

anche i cani possono essere allergici ad alcune componenti volatili (polline, polveri), o del cibo (allergie alimentari). I sintomi sono pressoché gli stessi: rossore cutaneo, prurito, forfora, secchezza della cute, escoriazioni, asma, tosse, rinite, o disturbi digestivi (vomito e diarrea).

È importante capire il prima possibile la natura dell’allergene e allontanare la causa dall’area frequentata dal cane. O cambiare cibo, in caso di allergia alimentare.

  • Cancro alle ossa:

tra i tumori ossei più diffusi c’è l’osteosarcoma. Questo colpisce prevalentemente le ossa lunghe, in particolare il radio e l’omero. Il tumore provoca zoppia e, talvolta, è possibile vedere una sporgenza in corrispondenza dello sviluppo della massa tumorale.

  • Patologia di von Willebrand:

o malattia di von Willebrand, è una patologia ereditaria legata a una mutazione del gene vWD, che causa un difetto nella coagulazione del sangue. È molto comune nel Dobermann. 

  • Dilatazione e ribaltamento dello stomaco:

tutti i cani di taglia grande possono soffrire di questo disturbo. Non solo cani di razza come il Pastore Tedesco, o il Rottweiler, ma anche meticci come l’incrocio Rottweiler Pastore Tedesco, o il nostro Rottermann. Cosa accade? Lo stomaco si gonfia e si torce su se stesso, bloccando la funzione degli organi interni. Con rischio per il cane di morire per arresto cardiaco.

  • Stati febbrili:

ebbene si, anche i cani hanno la febbre! L’aumento della temperatura corporea in risposta a infezioni o stati infiammatori è un fenomeno normale anche nel cane. La temperatura media per un esemplare adulto oscilla dai 37 ai 39 °C. Sebbene per un cucciolo può essere leggermente più alta, non supera i 40 °C. Valori più alti sono indice di febbre.

Molte di queste condizioni sono di natura genetica. Vengono quindi trasmesse dai genitori ai cuccioli. Svolgere controlli veterinari di routine è importante per prevenire lo sviluppo di alcune delle patologie indicate.

Alimentazione

incrocio-tra-dobermann-pinscher-e-rottweiler

Come per tutti i cani, le esigenze nutrizionali cambiano in funzione dell’età. Ma alcune caratteristiche sono sempre fondamentali per un alimentazione sana. Se deciderai di nutrirlo con crocchette per cani, ti affaccerai su un’ampia gamma di prodotti commerciali. Qual’è il cibo migliore per questo mix?

Ecco qualche consiglio per una scelta alimentare consapevole:

  • Scegli crocchette di alta qualità

con una buona dose di proteine (almeno il 25 %), meglio ancora se senza grano.

Molti pensano che cambiare spesso “gusto” alle crocchette del proprio cane sia una buona scelta. In realtà è proprio la cosa più sbagliata da fare. I cani sono molto abitudinari, anche nel cibo. Cambiare troppo spesso l’origine delle proteine – pollo, piuttosto che pesce, manzo, agnello, o coniglio – potrebbe aumentare il rischio di intolleranze alimentari.

Scegli un cibo (di alta qualità) e, se piace al tuo Rottermann, rimani costante. Meglio ancora se si tratta di un alimento monoproteico. Cosa significa? Che le proteine al suo interno provengono da un’unica fonte alimentare (solo pollo, solo agnello, solo manzo, solo coniglio, solo pesce, etc.).

  • Rispetta le indicazioni per taglia e fascia d’età

Da cucciolo avrà bisogno di cibi facilmente digeribili e molto energici. Mentre da anziano potrebbe richiedere crocchette più ricche di fibre, per facilitare le funzioni digestive. Ecco perché è importante rispettare le indicazioni in termini di età riportate sulle confezioni del cibo per cani.

Il peso, invece, fa riferimento alla taglia del cane. Quindi di conseguenza alla sua dentatura. Cani di taglia grande come il Rottermann dovrebbero mangiare crocchette maxi, o large. Questo per stimolare i denti alla masticazione. Se gli darai crocchette più piccole, infatti, potrebbe ingoiarle senza masticare.

  • non esagerare con snack e spuntini fuori pasto

abbiamo visto, infatti, che i cani di taglia grande sono propensi a sviluppare obesità.

Ecco perchè non dovresti farti scappare troppo la mano nel concedergli snack fuori pasto. Inoltre, è assolutamente vietato dargli cibo “da tavola”! Non solo farlo avvicinare alla tavola è un’abitudine sbagliata, ma il nostro cibo non è adatto all’alimentazione del tuo cane.

Per questo mix puoi valutare anche l’opzione della dieta BARF. Ossia la scelta di cibi crudi, con accostamenti di verdure e frutta in piccole quantità, escludendo del tutto i cereali.

In caso di dubbi su dosi e razioni rivolgiti al tuo veterinario di fiducia.

Curiosità

Rottermann, Rotterman, Dobweiler, Doberweiler, Doberott, Rottie Dobe, Rottie Dobie, o Rottie – Dobermann mix.
Alla nascita del Dobermann hanno contribuito molte razze, tra cui il Great Dane, Manchester Terrier, il Greyhound e persino il Rottweiler.
I Dobermann hanno spesso conquistato le sale cinematografiche. Compaiono in molti film polizieschi come feroci alleati delle forze dell’ordine. Ad esempio, “ La pattuglia dei Dobermann al servizio della legge”.

Domande frequenti

Quanto costa un incrocio tra Dobermann e Rottweiler?

Ti stai chiedendo quanto costa un Dobermann – Rottie mix? Il prezzo di un cucciolo dipende molto dal tipo di allevamento e dai servizi accessori, come prime vaccinazioni, trasporto e sterilizzazione. Se proveniente da genitori con pedigree, il prezzo può oscillare tra 700 – 1500 €.

Qual è la vita media di un incrocio tra Dobermann e Rottweiler?

I cani di taglia grande non sono particolarmente longevi. Possiamo quindi aspettarci che un incrocio tra Dobermann e Rottweiler viva in media 9 – 13 anni, così come i suoi genitori.

Gli incroci di Dobermann e Rottweiler sono cani aggressivi?

L’aspetto di questi cani trae spesso in inganno. La loro natura non è feroce, bensì protettiva. Tuttavia, possono sviluppare aggressività se non ben educati. E non avranno paura di mostrare la loro forza nei confronti di un aggressore.


Fonti:

ENCI (Ente Nazionale CInofilia Italiana): Dobermann – scheda tecnica

Vetjournal, rivista online di informazione veterinaria: Malattia di Von Willebrand

Oncologia veterinaria: Osteosarcoma del cane

Le razze di cani che vanno d’accordo con i polli

Alzi la mano quello tra i nostri lettori a cui non sorride l’idea, avendone lo spazio e la possibilità, di poter allevare qualche bel pollo ruspante.

Incrocio tra Labrador e Rottweiler: caratteristiche e gestione

Seppur molto diverse per aspetto e carattere, queste due razze di cani sono molto popolari. Forse ti sorprenderà sapere che anche i meticci di Rottweiler e Labrador non sono rari.

Incrocio Pastore Tedesco e Rottweiler

Se sei disposto a dedicare tanto di te stesso ad un cane, l’incrocio Pastore Tedesco e Rottweiler fa sicuramente al caso tuo. Atletico, amorevole, leale e intelligente, ha bisogno di attenzioni, di un’educazione costante e di tanta attività fisica.

Ottimo come “cane da guardia” e da compagnia. Saprai addestrarlo correttamente?

Nonostante il suo forte temperamento, ti accorgerai di aver aperto il tuo cuore ad un gigante coraggioso e molto gentile.

Continua a leggere per conoscere i dettagli di questo magnifico ibrido.