Come allestire la gabbia per il criceto

Una volta scelto l’alloggio perfetto per voi, si passa alla parte più divertente: la decorazione!

Scegliere la posizione giusta

L’alloggio del criceto deve essere collocato in una posizione comoda per noi e adeguata per le sue esigenze. Abbiamo già accennato ad aspetti come rumore e correnti d’aria. Scegliamo una posizione lontana anche dalla luce diretta del sole, soprattutto per i modelli chiusi in cui la ventilazione è scarsa e c’è il rischio che si crei un effetto serra.

Teniamo lontani anche caloriferi, stufette e non scegliamo la cucina o l’ingresso come luogo d’installazione. La cucina non è indicata per via dei fumi potenzialmente tossici creati da alcuni tipi di pentole e del grasso che viene trasportato all’interno della gabbia attraverso l’evaporazione. L’ingresso per via delle correnti d’aria.

Lontani anche condizionatori o simili. Ottimo se abbiamo modo di mantenere fresco l’ambiente ma il getto d’aria non deve essere diretto sulla gabbia.

I criceti sono grandi amanti della privacy. Preferiamo una stanza tranquilla non esposta a via vai continuo o rumori forti, es. televisore molto alto, stereo, ecc… Allo stesso tempo però non mettiamoli in una stanza abbandonata dove non entriamo mai. A loro piacerà sentire la nostra presenza e potremo instaurare un buon legame di fiducia.

Appoggiamo la gabbia (o la teca) su una superficie piana, robusta, con una buona ventilazione e in cui ci sarà facile aprire e chiudere i basculanti e/o muoverci per pulirla.


Predisporre il substrato

gabbia-per-il-criceto

Scegliamo un substrato soffice, depolverato, privo di profumazioni. Vanno bene sia lettiere in cellulosa che le alternative in canapa o altro materiale vegetale.

Evitate di foderare il fondo della gabbia con dei giornali perché l’inchiostro può essere tossico e il criceto sicuramente lo andrà a rosicchiare. Un buon substrato apposito per roditori sarà in grado di assorbire deiezioni e residui facendoli scorrere verso il basso. La cosa importante è abbondare quanto più possibile.

Nei modelli a gabbia purtroppo la quantità di substrato non potrà essere molta dato che la vasca inferiore di solito è di 15 cm circa e dovremo lasciare un margine dal bordo per evitare che scavando il criceto butti fuori buona parte del materiale.

Il substrato va distribuito per tutta la lunghezza della gabbia, in modo uniforme.

Aggiungere gli accessori

Prima di acquistare gli accessori, consideriamo l’altezza, l’ingombro ed eventualmente il modo d’aggancio.

L’altezza in particolare può essere fuorviante perché alla misura del prodotto dobbiamo aggiungere lo spessore del substrato sopra cui lo andremo ad appoggiare e se abbiamo acquistato una teca in plastica la cui altezza complessiva è di 30 cm, ci potremmo accorgere che la ruota da 20 cm, i ripiani e gli scivoli che abbiamo comprato purtroppo non ci stanno.

Questa è la motivazione principale per cui è sempre bene orientarsi su modelli ampi sia in altezza che in superficie. Scegliere gli accessori da aggiungere come arricchimento sarà estremamente più semplice e sul mercato ce ne sono così tanti fra cui sbizzarrirsi, può essere molto frustrante sentirsi limitati in questo senso.

Come allestire la gabbia per il criceto

Una volta scelto l’alloggio perfetto per voi, si passa alla parte più divertente: la decorazione!

Come lavare il furetto

I furetti sono animali davvero unici, dei compagni di vita fantastici.

Giocherelloni, dispettosi, dal musetto irresistibilmente adorabile e ladri di calzini, questi mustelidi domestici riempiono d’amore i cuori di moltissime persone.

Come abituare il coniglio alla lettiera?

E’ diffusa l’idea che il coniglio sia un animale sporco e poco incline alla propria cura personale.

Niente di più sbagliato, in realtà.