Gatto Selkirk Rex: Carattere e Prezzo

“Rex”: una parola che ai più può ricordare una serie TV o il nome di qualche vecchio cinema. Provate però a chiedere a un amante dei gatti cosa evoca questo termine: è facile, un gatto con il pelo riccio.

In effetti la parola Rex altro non è che il nome della mutazione genetica legata al gene “re”, responsabile del caratteristico mantello ondulato o riccio tipico di alcune razze di gatti, tra cui proprio il nostro Selkirk Rex.

Gatto Selkirk Rex: aspetto e varietà

Scheda di razza: 

Vita media: 15-20 anni
Peso:5-7.5 kg
Altezza:30-35 cm
Tipo di pelo: corto, lungo
Colorazioni: qualsiasi colore
Colore degli occhi: qualsiasi colore

Il Selkirk Rex è un gatto che non passa di sicuro inosservato per le sue dimensioni, lo sguardo vispo e attento e soprattutto per quel mantello così fitto e arricciato, che gli ha fatto guadagnare il soprannome di gatto pecora.

Insieme al Devon Rex, al Cornish Rex e al LaPerm costituisce il quartetto di gatti a pelo ondulato o arricciato, anche se la mutazione genetica responsabile di questa caratteristica è diversa.

Quali sono le caratteristiche fisiche del gatto Selkirk Rex oltre il suo pelo riccio? Diamo uno sguardo ai suoi principali tratti distintivi:

  • testa: arrotondata, muso corto
  • occhi: rotondi
  • orecchie: ben distanziate e appuntite
  • corpo: massiccio, muscoloso
  • zampe: lunghe, possenti
  • coda: spessa, folta, più sottile verso la punta
  • pelo: può essere corto o lungo, denso e molto arricciato

Il pelo riccio è la sua caratteristica più evidente, ma esistono anche gatti Selkirk Rex a pelo liscio, detti “Straight”. Il motivo? Semplice: non hanno, nel loro corredo genetico, la mutazione che rende il pelo del Selkirk così particolare.

Perché il pelo del Selkirk è diverso? 

Il pelo del Selkirk Rex è ben diverso dagli altri due Rex famosi, il Cornish e il Devon: è infatti più folto e decisamente più arricciato.

Gatto Selkirk Rex

Da cosa deriva questa differenza? Semplicemente dal fatto che nessuna delle tre razze di gatti condivide lo stesso patrimonio genetico con le altre due.

Inoltre il caratteristico pelo non è frutto di un incrocio di razze, bensì di una mutazione genetica spontanea e dominante che si manifesta nell’arricciamento dei tre livelli di pelo: pelo di guardia, pelo intermedio e sottopelo.

Colori e varietà 

Ciò che colpisce della razza Selkirk Rex è l’estrema varietà di colori del mantello dei gatti: si contano fino a ben 95 diverse combinazioni di colori e di pattern.

La particolarità più evidente è forse la presenza di due diversi tipi di pelo, lungo o corto, che danno origine alla varietà Selkirk Rex Longhair, quella dei cosiddetti gatti pecora e alla varietà Shorthair, detta anche dei gatti orsetto.

In realtà esiste una terza varietà, di cui abbiamo già parlato, detta Selkirk Straight: gatti Selkirk che nascono con il pelo liscio poiché non hanno la mutazione nel loro corredo genetico.

Storia della razza

gatto-pecora

La razza Selkirk è tra le più giovani comparse nel panorama felino, basti pensare che soltanto 50 anni fa questi meravigliosi gatti non esistevano ancora.

Per risalire alle loro origini, dobbiamo attraversare l’Oceano Atlantico e arrivare negli Stati Uniti, e precisamente nello stato del Montana. 

Qui, quasi per caso, un allevatore di gatti Persiani, tal Jeri Newman, scoprì una cucciolata di una gattina randagia. Tutti gattini comuni tranne una, munita di un pelo folto e riccio, così come ricci erano anche i baffi.

Il signor Newman ebbe la felice intuizione che si trattasse di una mutazione genetica: adottò la gattina e la fece accoppiare con un suo persiano. Il risultato furono ben 6 cuccioli, 3 dei quali con il pelo riccio.

Da questi gattini ebbe origine la razza Selkirk Rex, che fu sottoposta a tantissimi incroci per avere una maggiore diversificazione genetica. La nuova razza venne riconosciuta da TICA e CFA negli anni ‘90.

La CFA, il registro felino più grande del mondo, ha stabilito che dal 2025 non saranno più ammessi incroci con i British Shorthairs e con gli Exotic Shorthairs. Saranno quindi riconosciuti come Selkirk Rex soltanto gatti nati da una coppia di Selkirk Rex.

Il Selkirk Rex è il gatto giusto per te? 

Adatto a: chiunque
Rapporto con i bambini:ottimo
Rapporto con altri animali:ottimo
Non solitario Vocalità:media
Livello d’impegno:medio
Affettuosità:alta
Socievolezza:alta
Livello di energia:medio
Livello perdita pelo:medio
Ipoallergenico:in parte
Ambiente adatto:appartamento

I Selkirk Rex sono gatti dotati di un magnifico carattere che li porta ad andare d’accordo pressoché con tutti. Per questo motivo sono gatti adatti alle famiglie: instaurano un buon rapporto con i bambini, si legano profondamente al proprietario e sono ottimi compagni anche per altri eventuali pet della casa.

Personalità

Dolce, affettuoso, amorevole, tollerante, paziente: quanti gatti, come il Selkirk, possono vantare tutti questi aggettivi nella descrizione della loro personalità?

Sono gatti tranquilli, che amano acciambellarsi in grembo dell’umano di turno e restare lì a farsi coccolare. Non fino allo sfinimento, sia ben chiaro: per quello ci sono sempre i Ragdoll.

Ha tutto un suo lato buffo che spesso lo fa cadere in comportamenti ai limiti del comico, ma al tempo stesso è un gatto intelligente che sa imparare i giochi che gli vengono proposti, nonché curiosare ovunque alla ricerca di prede o simili.

Esercizio fisico 

Nonostante spenda molte ore impegnato in una delle sue attività preferite, cioè dormire, il gatto Selkirk Rex ha un carattere vivace e giocoso e una passione smodata per correre, saltare e arrampicarsi.

Anche se è un gatto perfetto per la vita in appartamento, l’ideale sarebbe avere anche un piccolo spazio aperto e ben protetto, dove possa liberare la sua energia. 

Un consiglio nel caso il gatto avesse accesso all’esterno: l’appartenenza a una razza tra le più ricercate e il suo carattere bonario potrebbero farlo cadere nelle mani di eventuali malintenzionati.

Cura del pelo

Se quel bel mantello riccio e folto ti può sembrare difficile da gestire e mantenere in tutta la sua morbidezza, ti sbagli: in realtà il pelo del Selkirk Rex non necessita di particolari attenzioni, soprattutto se si tratta dello Shorthair. 

Il Selkirk Rex è un po’ più impegnativo: ha bisogno di essere spazzolato almeno 3-4 volte a settimana, mentre nel periodo della muta è buona cosa spazzolarlo ogni giorno per evitare la formazione di nodi.

Rapporto con i bambini

Docile, paziente, tollerante ma anche giocoso e divertente: quale migliore compagno di giochi per i bambini, se non un Selkirk Rex?

Ciò che conta è che i piccoli siano stati educati a rapportarsi con gli animali e, soprattutto, a non considerarli come esseri inanimati o giocattoli.

Rapporto con gli altri animali

Il Selkirk Rex è un buon compagno anche per altri animali. Bastano piccoli accorgimenti, come una conoscenza  graduale con gli altri pet.

La presenza di un altro gatto potrebbe suscitare gelosia, mentre con altri animali potrebbero sorgere problemi di familiarizzazione, per via del diverso modo di comunicare.

Salute e predisposizione a patologie 

selkirk-rex-cat
foto di Adrian da Pixabay

Il gatto Selkirk Rex gode di un’ottima salute ma, come accade per qualsiasi altra razza, può soffrire di patologie a carattere ereditario e di difetti genetici.

  • Malattia del rene policistico: è una malattia particolarmente diffusa tra i gatti Persiani e arriva al Selkirk Rex poiché spesso è un gatto ottenuto da tale incrocio. Consiste nella formazione di piccole cisti all’interno dei reni, cisti che aumentano di dimensioni con il passare del tempo, fino a compromettere definitivamente la funzionalità renale. Purtroppo è una malattia degenerativa e senza cura: i sintomi compaiono quando i reni sono già ampiamente compromessi.
  • Cardiomiopatia ipertrofica: anche questa malattia ha carattere ereditario ed è la patologia cardiaca più frequente nei gatti. Si manifesta con l’ispessimento del ventricolo sinistro, che è quello che spinge il sangue nell’aorta e quindi in tutto il corpo. La conseguenza è un’insufficienza cardiaca che si manifesta innanzitutto con un edema a livello polmonare. Se diagnosticata in assenza di sintomi, si può procedere con una terapia farmacologica. Nei gatti sintomatici purtroppo la diagnosi è tardiva e influisce negativamente sui tempi di sopravvivenza.

Oltre a queste patologie a carattere ereditario, il Selkirk Rex può accusare tutti i disturbi di cui soffrono i gatti comuni.

Una buona alimentazione, adeguata igiene,  visite ed esami periodici aiutano sicuramente a prevenire o a tamponare infezioni, allergie o malattie legate a parassiti.

Alimentazione 

I gatti, si sa, sono carnivori stretti, ma per il loro benessere è consigliata una dieta bilanciata, e questo vale soprattutto per i gatti di razza.

Nonostante sia un gatto dalle dimensioni notevoli, non ha la tendenza a ingrassare ma, essendo attivo e curioso, reclamerà sempre il cibo, come tutti i gatti.

Per scongiurare quindi il rischio obesità è necessario fornirgli la giusta quantità di cibo umido, secco o misto, magari seguendo i consigli di un veterinario.

Alloggio, esigenze di spazio e accessori indispensabili

gattini-selkirk-rex

Pur essendo vivace, è un gatto che ben si trova nella tranquillità di un appartamento, magari con un angolino allestito con tiragraffi e giochi vari per dare modo al gatto di fare del movimento.

La soluzione ideale sarebbe poter disporre di uno spazio aperto, un piccolo giardino protetto, ma in realtà il Selkirk Rex sta bene ovunque sia il suo umano: ciò che detesta è, infatti, la solitudine.

Curiosità

Il Selkirk Rex viene spesso confuso con il British Shorthair curly e con il PersianoIl primo esemplare, MissDePesto,  prese il nome da un personaggio di una serie TVViene chiamato “gatto pecora” proprio per il suo manto arricciato e folto.

Domande frequenti

Quanto costa un gatto Selkirk Rex?

Il prezzo di un Selkirk Rex varia tra i 500 e gli 800 euro. Il prezzo varia in base ad alcuni elementi come l’allevatore, il pedigree, l’età e il sesso.

Il Selkirk Rex è un gatto raro?

Non è una razza molto diffusa perché è molto recente. Trova estimatori soprattutto negli Stati Uniti, mentre in Europa non esistono molti allevamenti.

Quali sono le razze di gatto con il pelo riccio?

Non sono molte le razze di gatti a pelo riccio, caratteristica dovuta a una mutazione genetica. I gatti che presentano questo particolare mantello sono i Selkirk Rex, i Cornish Rex, i Devon Rex e i LaPerm.

Il Selkirk Rex è anallergico?

Il Selkirk Rex non è un gatto anallergico, ma può definirsi ipoallergenico data la scarsa quantità di proteina Fel-d1, responsabile dell’allergia, contenuta dalla sua saliva.


Fonti:

Cosa puoi fare se il tuo gatto ha il pelo a mazzetti o annodato

Chi possiede un gatto sa quanto ogni felino sia fissato con la propria pulizia. Ogni giorno passa ore e ore a leccarsi il pelo, e infatti sfoggiano sempre un manto lucente e in perfetto ordine. Ecco perché è un campanello d’allarme quando un micio comincia a presentare un pelo trascurato o rovinato.

Cosa puoi fare se il tuo gatto ha il pelo a mazzetti o annodato?

Gatto Korat: caratteristiche e gestione

Si Sawat: se per gli esperti di geografia è un distretto della Thailandia, per gli studiosi delle lingue significa portafortuna. I gattofili invece ignoreranno tutto ciò: per loro Si Sawat è il nome del gatto Korat.

Gatta in calore: sintomi, cosa fare e quanto dura

Chiunque abbia avuto a che fare con una gatta in calore ha solo una parla per descrivere l’esperienza: terribile!