Khao Manee: caratteristiche e gestione

Khao Manee nella lingua thailandese significa gemma bianca e basta guardare uno di questi gatti per comprendere il perché di questo nome.

Con il suo manto bianchissimo, candido, e due occhi così brillanti, tanto da esser chiamato anche Occhio di diamante, il Khao Manee non è un gatto che passa inosservato.

Alla straordinaria bellezza fisica si aggiungono un carattere estremamente docile e coccolone, un’intelligenza spiccata e l’esigenza di essere sempre a contatto con le persone che ha intorno.

Se vuoi sapere di più su questa razza così affascinante e decisamente ancora rara non solo nel nostro paese ma in Europa, non ti resta che continuare a leggere e il Khao Manee non avrà più segreti.

Khao Manee: aspetto e varietà

Scheda di razza: 

Vita media: 10-15 anni
Peso: 2-5 kg
Altezza:25-35 cm
Tipo di pelo: corto, scarso il sottopelo
Colorazioni: bianco
Colore degli occhi: eterocromi, blu, verde, giallo
Scheda di razza Khao Manee

Aspetto del Khao Manee

È un gatto che non passa inosservato: nonostante non sia un gigante, la brillantezza del manto e degli occhi riesce a rubare l’attenzione di chiunque.

Andiamo a vedere alcune caratteristiche fisiche tipiche di questa razza:

  • Testa: vista frontalmente ha la forma di un triangolo equilatero, con zigomi piuttosto alti
  • Occhi: leggermente obliqui, possono essere blu, giallo, verde oppure etero
  • Orecchie: ben sviluppate, larghe alla base con punta arrotondata
  • Corpo: di medio-piccola grandezza, muscoloso soprattutto nei maschi
  • Zampe: quelle posteriori leggermente più lunghe delle anteriori
  • Coda: di media lunghezza, proporzionata a tutto il gatto
  • Pelo: corto, sottile e morbido, con sottopelo quasi assente

Due parole in più vanno però spese per i colori. Il manto deve essere assolutamente candido, altri colori sono possibili alla nascita ma svaniscono intorno ai 18 mesi. 

I colori dell’iride rendono gli occhi simili a gemme incastonate, dal blu zaffiro al verde smeraldo, passando per il giallo dorato dell’ambra.

Storia della razza Khao Manee

Storia-della-razza-Khao-Manee.
(Foto credits: Khao Manee da pxhere.com)

Vengono da lontano, i gatti Khao Manee, in ogni senso, spaziale e temporale. Il luogo dove questa razza ha avuto origine è la Thailandia, terra d’origine di molte razze feline tra cui anche il Korat.

Le prime notizie che abbiamo del Khao Manee risalgono al 1350 e si possono trovare in un manoscritto, il Tamra Maew, detto anche Trattato sui gatti o Libro delle poesie sui gatti.

Più di 20 razze venivano illustrate nel Tamra Maew, alcune riportate come beneauguranti e altre meno, e i gatti Khao Manee venivano considerati di buon auspicio, soprattutto se con gli occhi di colore diverso.

Il Khao Manee è veramente poco diffuso al di fuori della Thailandia. Nel 1999 un esemplare fu introdotto negli Stati Uniti e venne organizzato un vero e proprio programma di salvaguardia della razza.

Nel frattempo sia la CFA, Cat Fanciers Association) che la TICA (The International Cat Association), riconoscevano la razza Khao Manee e ne fissavano gli standard.

Cure e attenzioni

Si può ben dire che le cure e le attenzioni da destinare al Khao Manee siano inversamente proporzionali alla sua bellezza e al suo buon carattere.

Sotto questo punto di vista non è un gatto particolarmente esigente, né richiede cure o attenzioni particolari, solo il minimo indispensabile per mantenersi in forma e con un manto magnifico.

Toelettatura

Ma quanti pregi ha il pelo del Khao Manee? Oltre a essere di un bianco candido e brillante, è corto e con pochissimo sottopelo, il che si traduce in meno peli svolazzanti in aria o posati su ogni superficie.

E’ sufficiente spazzolarlo una o due volte alla settimana per rimuovere i peli ormai staccatisi dalla cute e per rendere il manto lucido e brillante.

Di tanto in tanto anche un bagnetto, usando un prodotto delicato, magari dietro suggerimento del veterinario, aiuterà il Khao Manee a mantenere il proprio pelo letteralmente scintillante.

Oltre alla cura del pelo, una toelettatura che si rispetti prevede anche il taglio delle unghie e l’osservazione delle orecchie. In caso di anomalie come rossore o eccessiva sporcizia è bene recarsi subito dal veterinario,

Attività fisica

Il Khao Manee, per la sua struttura fisica e la corporatura, non è un gatto a rischio obesità. Per evitare di correre questo rischio, seppur remoto, è una cosa assecondare la sua vitalità.

Come fare? Stimolandolo, se mai ce ne fosse bisogno, a muoversi il più possibile e ciò si può ottenere facilmente ricreando un ambiente dove il gatto possa arrampicarsi o nascondersi.

Il Khao Manee è il gatto giusto per te?

Adatto a:
chiunque purché abbia tempo libero da dedicare al gatto
Rapporto con i bambini: buono 
Rapporto con altri animali: buono
Vocalità:
alta
Livello d’impegno:
non adatto a persone pigre
Affettuosità: alta
Socievolezza: alta
Livello di energia: alto
Livello perdita pelo: basso
Ipoallergenico: no
Ambiente adatto: appartamento 

Hai presente quei gatti coccoloni, che vengono chiamati affettuosamente “gatti cozza”, così affettuosi al punto di avere bisogno di un contatto costante con il loro umano? Ecco, uno è proprio il Khao Manee.

Questo gatto dagli occhi di diamante rientra a pieno titolo nella categoria. Sviluppa un legame molto profondo con il suo proprietario tanto da soffrirne la lontananza.

Per questo motivo è adatto a persone che non devono trascorrere troppo tempo fuori casa, perché il Khao Manee mal sopporta la solitudine fino al punto di sentirsi trascurato, abbandonato.

Se è vero che si affeziona in modo particolare al proprietario, è a suo agio con tutti gli altri membri della famiglia: ciò che conta è ricevere affetto, giocare e soprattutto essere in compagnia.

E con i bambini? Il Khao Manee si trova bene anche loro, a patto che si instauri un rapporto di reciproco rispetto tra il felino e i più piccoli. Esuberanza e voglia di giocare li rendono praticamente complementari.

Rapporto con altri animali

Se non si fosse capito, il miglior amico del Khao Manee è senza dubbio l’essere umano. Ciò non toglie che questo meraviglioso gatto bianco non possa abituarsi alla convivenza con altri quattro zampe.

Il carattere dolce e disponibile lo rende ben disposto verso altri eventuali pet, soprattutto se si abitua alla loro presenza fin da piccolo. Crescere insieme aiuta la socializzazione e ciò vale sia per i gatti che per i cani.

Sostanzialmente , per una convivenza pacifica e serena, basterà farli crescere insieme, far rispettare gli spazi di ognuno e soprattutto distribuire in modo equo amore, attenzione e coccole. 

Salute e predisposizione a patologie 

Khao-Manee-Salute-e-predisposizione-a-patologie.
(Foto credits: Khao Manee da pxhere.com)

Dal punto di vista della salute, si può ben dire che questo gatto thailandese sia decisamente fortunato. Non si riscontrano infatti particolari patologie trasmissibili geneticamente.

Quindi, più che di vere e proprie malattie, si può parlare di problematiche di salute legate a questa razza:

  • Sordità: è su base genetica e piuttosto frequente soprattutto nel gatto bianco con occhi azzurri. Il responsabile di questa condizione è il gene W, che è legato al colore bianco ma anche al fattore che determina la sordità. Questo gene provoca la degenerazione della coclea, dove si trovano i recettori acustici. I gatti predisposti non nascono sordi, ma il processo degenerativo si compie nell’arco del primo mese di vita.
  • Tumore della pelle: come tutti i gatti bianchi, anche il Khao Manee ha purtroppo una naturale predisposizione verso il carcinoma squamocellulare. L’eccessiva esposizione al sole e la mancanza di melatonina sono le cause di lesioni tumorali nelle zone senza o con poco pelo del gatto, come il naso, le palpebre, le orecchie. L’unico modo per prevenire questa patologia è limitare l’esposizione del gatto al sole e proteggerne le parti più a rischio con creme solari. Ricorrere a un intervento chirurgico prima che il tumore diventi troppo invasivo è quasi sempre risolutivo.

Infine, va ricordato che per mantenere il tuo gatto in buona salute, è necessario sverminarlo periodicamente, sottoporlo alle vaccinazioni ed effettuare un check up completo con analisi annualmente.

Alimentazione 

Come tutti i felini, anche il Khao Manee è un carnivoro stretto e ha quindi bisogno di una dieta basata quasi totalmente sulle proteine di origine animale.

Per quanto riguarda la quantità di cibo, come tutti i gatti sono soliti fare, tenderà a rimpinzarsi in continuazione: meglio quindi evitare il free feeding e dare cibo ogni 3 ore, in caso di gatti adulti.

L’obesità, per quanto possa essere lontana da questo tipo di razza, è però una condizione da scongiurare in tutti i modi. È una patologia che, quando si manifesta, può portare con sè ben altre malattie.

Diabete, artrite e problemi cardiaci possono svilupparsi in seguito a un aumento eccessivo di peso. I consigli del veterinario saranno utili per decidere che tipo di cibo sia quello più adatto al tuo gatto.   

Alloggio e accessori indispensabili

Il Khao Manee è un gatto dall’indole tranquilla e pacifica, seppur giocoso ed esuberante per natura. L’ambiente ideale deve essere confortevole, non rumoroso, e, al tempo stesso  ricco di stimoli.

Dare sfogo alla sua natura vivace e amante del gioco non è complicato. Non ha bisogno di compiere esercizi particolari, ma è sempre bene dedicargli del tempo anche per rafforzare il legame affettivo.

Tiragraffi, amache, mensole, tubi e palline varie sono sufficienti a stimolare la sua voglia di movimento e, soprattutto, di gioco.

Curiosità

Il prezzo del Khao Manee può arrivare anche intorno ai 20.000 euro  

Il Khao Manee sarebbe dispensatore di buona fortuna fortuna per chi lo riceve

Fino al 1999 è stata una razza in via di estinzione

Domande frequenti

Quanto costa un gatto Khao Manee?

I gatti Khao Manee sono decisamente costosi: il prezzo di un esemplare può arrivare anche ai 15.000 euro.

I gatti Khao Manee sono rari?

Sono piuttosto rari: basti pensare che fino a poco più di venti anni fa era una razza praticamente relegata in Thailandia e a rischio estinzione.

I gatti Khao Manee hanno un bel carattere?

I gatti Khao Manee sono estroversi e socievoli, amano la compagnia degli esseri umani anche se estranei al proprio nucleo familiare.

Come si riconosce un Khao Manee?

Le caratteristiche principali del Khao Manee sono il pelo, che deve essere bianco, corto e luminoso, e gli occhi, dalla forma allungata e dai colori brillanti, grazie ai quali merita il nome  di Occhio di diamante.


Fonti:

Quando passare al cibo per gatti adulti?

Una domanda che molti padroni di gatti si fanno è: “Quando passare al cibo per gatti adulti?”. Durante il primo anno di età è sempre meglio dar loro del cibo da cuccioli. Una volta superati però i 12 mesi allora si potrà tranquillamente passare al cibo per adulti.

Perché il gatto morde?

Perché il gatto morde? I motivi sono tanti e differenti tra loro. Anche se potresti pensare che il tuo micio lo faccia per difendersi o vendicarsi, non sempre questo comportamento è un segnale di aggressività nei confronti del padrone.

Khao Manee: caratteristiche e gestione

Khao Manee nella lingua thailandese significa gemma bianca e basta guardare uno di questi gatti per comprendere il perché di questo nome.

Con il suo manto bianchissimo, candido, e due occhi così brillanti, tanto da esser chiamato anche Occhio di diamante, il Khao Manee non è un gatto che passa inosservato.

Alla straordinaria bellezza fisica si aggiungono un carattere estremamente docile e coccolone, un’intelligenza spiccata e l’esigenza di essere sempre a contatto con le persone che ha intorno.

Se vuoi sapere di più su questa razza così affascinante e decisamente ancora rara non solo nel nostro paese ma in Europa, non ti resta che continuare a leggere e il Khao Manee non avrà più segreti.