Le razze di cani che vanno d’accordo tra loro

Se sei stato attratto da questo argomento, probabilmente possiedi già un cane; non solo, ma ami i cani talmente tanto, che hai deciso di allargare la famiglia, e prenderne un altro, oltre a quello che già hai in casa.

Magari vuoi adottare un cagnolino semplicemente per far compagnia al tuo che già possiedi, un po’ come dare al tuo cane un fratellino o una sorellina, e vuoi essere certo di non sbagliare, né complicarti la vita.

Di solito chi ama i cani e può farlo, non si accontenta di uno solo!

Ma – confessa – temi di complicarti e complicargli la vita, qualora non fossero compatibili, e passassero tutto il loro tempo a litigare e azzuffarsi, anziché godere della compagnia reciproca.

Potrebbe anche succedere, perché ogni cane è diverso dall’altro, e perché ci sono razze più inclini a fare amicizia, ed altre meno portate verso la socialità, e che preferiscono avere con il proprio padrone un rapporto esclusivo.

Se stai pensando di allargare la tua famiglia canina, leggi prima il nostro articolo: troverai una panoramica completa sulle razze di cani che vanno d’accordo tra loro, e tutto quello che c’è da sapere in proposito sull’argomento.

Come scegliere il compagno ideale per il proprio cane?

Scegliere un secondo cane è un passaggio molto delicato, perché significa alterare l’equilibrio già esistente in una casa e cambiare dinamiche già note e collaudate da tempo tra un cane e il suo padrone.

Nella scelta del secondo cane entrano in gioco tanti fattori, non solo perché ogni cane ha ovviamente un proprio carattere, diverso dagli altri, ma anche perché la capacità del cane di socializzare con l’uomo è una questione ben diversa dalla sua capacità di socializzare con un proprio simile.

Ci sono cani, infatti, che amano il proprio padrone e sono ben disposti verso gli umani in genere, ma che tuttavia non apprezzano la compagnia dei propri simili.

Ci sono cani affettuosi, socievoli e curiosi, che amano giocare e stare insieme, mentre altri sono più ostili e aggressivi, e tendono ad attaccare o a cercare di dominare gli altri cani; infine, ci sono cani che preferiscono defilarsi e non sembrano né curiosi, né tantomeno interessati ad approfondire la conoscenza di altri cani o condividere gli spazi con un nuovo arrivato.

Se ti stai chiedendo in quale modo il tuo cane di casa potrebbe reagire all’arrivo di un nuovo compagno, sappi che la risposta dipende da tanti fattori diversi.

Razza, genetica, istinto, personalità, ma anche l’età del cane, il suo stato di salute, la taglia, il sesso: questi sono tutti fattori che in qualche modo possono cambiare la maniera di approcciare dei due cani.

Quindi, prima di scegliere il nuovo arrivato e portarlo a casa, dovresti prendere in esame almeno questi aspetti:

  • La razza: vi sono razze che hanno nel loro Dna un forte istinto predatorio e che potrebbero non riuscire a vincere l’impulso irrefrenabile di inseguire qualunque essere si trovi in movimento, tra cui il tuo nuovo cagnolino. Gli afgani, i levrieri e i terrier sono tra questi. Si tratta di un istinto naturale, che può essere in parte mitigato solo con un attento addestramento. La difficoltà di alcuni cani ad accogliere un altro cane in casa potrebbe anche dipendere dal fatto che non hanno ricevuto una adeguata socializzazione e non sanno come comunicare con gli altri cani.
  • La taglia: anche le dimensioni del cane hanno la loro importanza, specie se c’è una grande disparità di dimensioni tra i due cani. Pur con le migliori intenzioni, potrebbe sempre succedere che il cane più grande faccia involontariamente del male a quello più piccolo, perché anche il cane più amichevole può diventare, suo malgrado, pericoloso per un compagno di taglia molto inferiore.
  • La compatibilità: non è facile trovare una regola generale per garantire la massima compatibilità tra due cani, in quanto si tratta prevalentemente di indole  e personalità individuali. Secondo una teoria, è meglio abbinare due animali scegliendoli di sesso opposto, e in modo che il secondo arrivato sia più giovane del primo; ma in realtà non esiste una regola universalmente valida. In realtà, potrebbe essere utile considerare cose molto concrete, come il bisogno di attività fisica, l’energia, le dimensioni e il temperamento dei due cani.

In linea generale, esistono comunque regole di buon senso che andrebbero sempre rispettate.

Come prima cosa, diciamo subito che è meglio procedere con pazienza e gradualità, anche perché a volte il nuovo arrivato si inserisce immediatamente nel nucleo ed entra subito nelle grazie del cane già presente in casa, mentre altre volte occorre un po’ di tempo per accettare un nuovo arrivato.

Per questo motivo, è buona regola separare inizialmente il nuovo cucciolo dagli altri animali presenti in casa, per consentire un’introduzione graduale e non traumatica.

Sarà necessario che tu sia sempre presente, per intervenire eventualmente al primo segnale di allarme, per esempio quando uno dei due cani inizia a ringhiare, o si mostra aggressivo o ha paura.

A questo punto, è bene essere pronti a intervenire, separare gli animali e attendere un po’ di tempo prima di riprovare. Molto utile è anche la tecnica del rinforzo positivo, con dolci, coccole e giocattoli, per incoraggiare gli animali in questo comportamento e premiarli. 

Quali sono le razze di cani che vanno d’accordo tra loro?

Vi sono razze di cani altamente compatibili fra loro, ma anche razze che, se messe a contatto o forzate a convivere, diventano pericolose le une per le altre, e certamente questo creerà un ambiente ostile, insicuro  e poco piacevole per tutti, umani e animali.

Pertanto, prima di accogliere un altro cane nella tua casa, è bene avere almeno un’idea generale sulle razze di cani che vanno d’accordo tra loro.

1. Barboncino 

Barboncino

Il Barboncino è una delle razze di cagnolino più intelligenti ed equilibrate al mondo.

In tutte le sue varietà, si tratta di un cane adattabile, allegro e vivace, molto piacevole e facile da addestrare e rapido ad apprendere, oltre ad avere una grande capacità di adattamento a diverse situazioni.

Il Barboncino adora la propria famiglia e i bambini, e va quasi sempre d’accordo con gli altri cani di casa e con gli animali domestici in genere.

Affettuoso, socievole e giocherellone, è perfetto per vivere in un appartamento, anche non grande, ed apprezzerà moltissimo la compagnia di un altro cane, in assenza del padrone.


2. Basset Hound

Basset-Hound

Il Basset Hound è un cane amichevole, che ha un buon rapporto con gli altri cani, per via del suo carattere fondamentalmente molto calmo e rilassato.

Abituato a cacciare e vivere in branco, il Basset Hound è mansueto e ha una buona tolleranza alla convivenza con altre razze.

Ama giocare, non è possessivo, è pacato, e il suo istinto predatorio si esaurisce nel seguire un animale, mai nell’attaccarlo.

Il Basset Hound ha nel proprio carattere una vena di testardaggine, per questo motivo non scoraggiarti se noti che occorra un po’ di tempo in più per addestrarlo.


3. Fox Hound inglese

Fox-Hound-inglese

Il Fox Hound inglese è un segugio nato per la caccia alla volpe, che si trova bene con gli altri cani perché è abituato da sempre a lavorare in branco con loro.

È un cane molto attivo, che ha bisogno di muoversi e ha una grandissima resistenza fisica. Ama l’uomo ed è un buon compagno di giochi, sia per i bambini che per gli altri animali di casa. 

Di carattere mite e socievole, può però avere il problema di annoiarsi rapidamente se lasciato solo troppo a lungo; per questo, è l’ideale compagno di altri cani, con cui può farsi compagnia e verso cui si mostra molto tollerante. 

Non è invece un buon compagno per altri piccoli animali come gatti, uccelli e roditori, perché conserva un istinto predatorio molto elevato e potrebbe volerli cacciare. 


4. Carlino

Carlinos

Simpatico, socievole e giocherellone, dall’aspetto unico e inconfondibile, il Carlino va d’accordo con gli altri cani, anche se bisognerà stare attenti alle interazioni con i cani più grandi, in ragione della sua taglia piuttosto piccola.

Il Carlino è un cane molto dolce che ama il suo padrone, la sua famiglia e i bambini, e si adatta molto bene alla vita in appartamento. Tuttavia può diventare geloso, e sviluppare un senso di possesso nei confronti del suo padrone, specie se avverte che le attenzioni non sono tutte per lui.


5. Whippet

Whippet

Il Whippet appartiene alla razza canina dei piccoli levrieri, è un cane molto dolce e affettuoso, intelligente e facile da gestire.

Agile e leggero, fenomenale nella corsa, in casa si rivela invece molto pigro e calmo, quasi pantofolaio.

Il Whippet, con la sua mitezza, è di solito un buon compagno anche per gli altri cani, avendo origini molto antiche e avendo sviluppato per questo una buona capacità di comunicare con i suoi simili.

Pur andando d’accordo con altri cani della stessa taglia o più grandi, occorre sorvegliare il loro comportamento con le razze di cani più piccoli, che tendono a inseguire, considerandoli come piccole prede.


6. Vizsla

Viszla

Questo cane di origine ungherese, chiamato appunto anche Bracco Ungherese, è anzitutto un cane da caccia, ma anche un ottimo cane da compagnia, in quanto molto affettuoso e adatto a vivere in famiglia. 

Le sue origini lo rendono un animale che ama la compagnia di altri cani, non è mai aggressivo, e si adatterà perfettamente a vivere in convivenza con altre razze canine.

L’unico requisito che richiede è la possibilità di fare molto esercizio fisico, per sfogare la propria energia.

Tuttavia non bisogna dimenticare l’alto istinto predatorio che un Vizsla può avere verso animali più piccoli.

È bene pertanto prevedere un percorso di socializzazione precoce, in mancanza del quale questo cane avrà sicuramente un comportamento meno gestibile davanti ad altri animali.


7. L’Alano

L’Alano

A dispetto della taglia e dell’aspetto imponente, l’Alano è un cane dall’animo gentile e affettuoso, tra le razze più indicate ad andare d’accordo con gli altri cani.

Tollerante verso gli umani e anche verso gli altri animali domestici, l’Alano è un cane tranquillo ed equilibrato, docile e amichevole.

Questa sua dolcezza di carattere, assieme al suo spasmodico attaccamento al padrone, lo rende un cane perfetto per la vita di famiglia. 

L’Alano ama stare in casa ed in compagnia, ma si intristisce se non partecipa alla vita della famiglia.

A volte si direbbe che preferisca la compagnia del padrone e la vita casalinga, anziché le uscite e le passeggiate.

L’Alano è molto legato al suo padrone, ma non altrettanto accogliente verso gli estranei e gli animali sconosciuti, la sua intelligenza rende comunque il suo addestramento molto facile e piacevole. 

Dunque, una volta educato e socializzato a dovere, si rivelerà un ottimo compagno per altri cani, grazie al suo temperamento molto dolce.


8. San Bernardo

San-Bernardo

Il San Bernardo è un cane tanto enorme quanto dolce, con un innato istinto di protezione, sviluppato anche grazie ai compiti di salvataggio che gli sono sempre stati affidati.

L’aspetto imponente e la sua stazza non devono indurre timori, in quanto si tratta di un cane dall’indole gentile e molto socievole, sia con i bambini che con gli altri cani.

Laborioso, calmo e paziente, il San Bernardo presenta l’unico inconveniente di non potersi adattare allo spazio limitato di un appartamento, ameno che non sia enorme.

Per il resto, se hai lo spazio sufficiente da offrirgli, sarà un ottimo cane per la tua famiglia, affettuoso, docile e particolarmente leale.

Il San Bernardo non è mai aggressivo e tollera bene gli altri cani, di cui è un ottimo compagno. La sua taglia davvero enorme sconsiglia di accogliere o regalare un cucciolo di San Bernardo a cuor leggero.


9. Corgi

Corgi

Il Corgi è un piccolo cane da pastore, originario del Galles, diventato famoso per essere la razza prediletta della regina Elisabetta d’Inghilterra.

Di indole dolce e gradevole, il Corgi è un cane non aggressivo ma piuttosto riservato nei confronti dei propri simili, e che si prenderà tutto il tempo necessario per scoprirne la natura.

Il Corgi ama primeggiare ed il cane prediletto dal proprio padrone, con cui sviluppa un rapporto molto stretto di forte attaccamento.

Inoltre è una razza da lavoro, che mantiene un certo istinto predatorio, sviluppato nel corso dei secoli in cui ha aiutato l’uomo nella gestione delle greggi.

Il Corgi potrebbe quindi andare d’accordo con altri cani e animali domestici con cui cresce, ma potrebbe anche non gradirli e diventare aggressivo.

Per questo è meglio far socializzare il cane sin da cucciolo e, specie all’inizio e specialmente se in casa vi sono altri animali più piccoli, sorvegliare l’interazione tra di loro, almeno fino a quando i due cuccioli non si siano conosciuti e abbiano imparato ad interagire.


10. Golden Retriever

Golden-Retriever

Socievole, giocherellone, intelligente e con un buon carattere, il Golden Retriever è certamente uno dei cani più adatti a socializzare con i propri simili.

Si tratta infatti di un cane molto energico ma molto paziente, sia con i bambini che con gli altri cani.

L’unico problema è che si tratta di un cane di taglia piuttosto grande, che potrebbe per questo non essere molto adatto alla convivenza con cani di taglia più piccola.

Per il resto, il Golden Retriever ha una grande compatibilità con gli altri animali di casa, cani o gatti che siano, va molto d’accordo con loro ed avrà generalmente un atteggiamento amichevole. 

Se il tuo cucciolo di Golden Retriever entra in una casa dove ci sono già altri animali, cerca comunque di farli entrare subito in contatto fra loro, per abituarli gradualmente alla loro reciproca presenza.


11. Labrador Retriever 

Labrador-Retriever

Come il Golden Retriever, anche il Labrador Retriever è un cane amichevole, pacifico e molto ben disposto verso tutte le razze di cani.

Molto popolare in tutto il mondo, il Labrador Retriever ama trascorrere il tempo giocando con la propria famiglia, è adattissimo se vi sono bambini, meno se vi sono piccoli animali, per via della sua natura cacciatrice e di un certo istinto predatorio che permane.

Ha tuttavia un carattere talmente simpatico, allegro e giocherellone, da diventare un ottimo cane da compagnia. 

Docile e intelligente, è facilissimo da addestrare, per nulla aggressivo e che non attacca praticamente mai, salvo casi particolari e sempre con un motivo.

Se accogli un cucciolo di Labrador Retriever in casa tua, e ci sono già altri animali, un consiglio sempre valido è quello di mettere subito a contatto il cucciolo con le altre bestie, naturalmente sotto stretta sorveglianza e con tutte le cautele, in modo da farli abituare reciprocamente e con gradualità.


12. Border Collie

Border-Collie

Super attivo e pieno di energia, il Border Collie è un cane da lavoro, adatto a chi ha uno stile di vita dinamico.

Il Border Collie è felice solo quando ha dei compiti a cui assolvere, e spesso tollera a fatica razze di cani che amano prevalentemente giocare.

Inoltre, la sua indole da pastore che ha il compito di accudire il bestiame potrebbe far sì che il suo atteggiamento verso gli altri cani sia diffidente e piuttosto sospettoso.

Pur non diventando aggressivo, il Border Collie non è la razza più adatta a convivere con altri cani, mentre per quanto riguarda altri animali domestici, non bisogna dimenticare che l’istinto da pastore può far sì che il cane cerchi di imporre le proprie regole, rendendo la convivenza non semplice.


13. Pechinese

Pechinese

Riservato, diffidente e molto protettivo con la propria famiglia, il Pechinese è piuttosto refrattario a socializzare, sia con gli estranei che con gli altri cani. 

Questo accade di norma anche se il cane in questione è ben socializzato, perché il Pechinese preferisce sempre un rapporto esclusivo col proprio padrone, in una famiglia tranquilla, magari senza bambini, anziché la compagnia di altri cani. 

Autonomo di carattere, nonostante la sua grande intelligenza, il Pechinese non si educa facilmente, ha una forte esigenza di vedere rispettati i propri spazi, e mantiene un certo istinto predatorio e dominante.

Non ama infatti il gioco, non è particolarmente desideroso di compiacere il proprio padrone, per via del suo temperamento piuttosto indipendente, e non è nemmeno sensibile alla tecnica del rinforzo positivo, né corruttibile con un piccolo premio.


14. Bulldog Francese

Bulldog-Francese

Il Bulldog Francese è un cane prettamente da compagnia, molto pigro come il suo “cugino” inglese, ma molto amabile e affettuoso.

Intelligente e legatissimo alla propria famiglia, questo cane ama stare pigramente a fianco del padrone, per godere di tutte le sue coccole, e difficilmente accetta che questi divida il suo affetto e le sue attenzioni con altri cani.

Per questo, se si ha già un Bulldog Francese in famiglia e si vuole introdurre un altro cane in casa, è necessaria una socializzazione precoce e l’inserimento graduale di un altro cucciolo, oltre a tanta pazienza, indispensabili per una convivenza armoniosa.

In ogni caso, la convivenza tra due maschi di questa razza è da evitare, come del resto per quasi tutte le razze.


15. Yorkshire Terrier

Yorkshire-Terrier

Vivace, sveglio e intelligente, affettuosissimo con la famiglia e ottimo compagno di giochi dei bambini, lo Yorkshire Terrier è un cane di grande compagnia.

Piccolo ma coraggiosissimo, quasi spavaldo, questo cagnolino dalla personalità spiccata è un ottimo cane da guardia, che ha bisogno di una buona socializzazione per poter andare d’accordo con gli altri cani.

Anche se è molto adattabile, è preferibile abbinare lo Yorkshire Terrier ad un cane dal temperamento docile e ubbidiente, per evitare problemi.

La sua temerarietà, infatti, va oltre le sue piccole dimensioni, di cui a volte lo Yorkshire Terrier sembra non rendersi conto.

Una buona socializzazione di questo cane si rivela quindi indispensabile.


16. Pastore Tedesco

Pastore-Tedesco

Il Pastore Tedesco è universalmente noto per la sua intelligenza, ed è considerato uno dei cani più accondiscendenti ed estroversi, oltre che verso l’uomo, anche con i propri simili.

L’unico problema è costituito dalle dimensioni del cane e dal suo eccesso di forza e vitalità, due fattori che potrebbero portarlo ad interagire in maniera troppo energica, specie verso animali più piccoli, facendo loro del male, seppur non intenzionalmente. 

Se hai già un Pastore Tedesco come primo cane, potrebbe essere meglio dargli un compagno come il Labrador, il Golden Retriever o il Border Collie, adatti come taglia e di temperamento amichevole.

È comunque bene insegnare al cucciolo di Pastore Tedesco a socializzare fin da piccolo con altri animali, in modo che non diventi aggressivo nei loro confronti e impari a convivere e interagire con i propri simili. 


17. Rottweiler 

Rottweiler

Il Rottweiler è un cane molto intelligente ed energico, adatto a rapportarsi con razze amichevoli come i Golden Retriever, i Beagle, o i Labrador, ma solo a determinate condizioni. 

Si tratta infatti di un cane dal carattere forte e particolare, dove la socializzazione e l’educazione da parte di un proprietario forte ed equilibrato è più che mai indispensabile.

Viceversa, dato il suo carattere, il cane potrebbe diventare di difficile gestione, e potenzialmente pericoloso.

Il Rottweiler è anche un cane molto territoriale, che può non essere amichevole con gli altri cani, anzi può anche diventare aggressivo, se non è stato adeguatamente socializzato fin da piccolissimo, mentre se è stato abituato da sempre con altri cani, sarà molto più socievole. 

Sicuramente il Rottweiler non è un cane per tutti, anche se può essere piacevole, affettuoso e fedele, ma solo se gestito nella maniera giusta da un proprietario conoscitore ed esperto, che abbia su di lui mano ferma e una leadership indiscussa.


18. Husky Siberiano

Husky-Siberiano

In origine impiegato come potente e formidabile cane da slitta, in branco con altri simili, l’Husky Siberiano ha una buona socialità con gli altri cani, con cui tende a collaborare.

Addestrarlo non è semplicissimo, in quanto si tratta di un cane dal carattere piuttosto marcato e testardo, anche se intelligente e molto affettuoso.

Non è comunque un cane adatto a un neofita.

Date le sue dimensioni, l’Husky Siberiano può andare d’accordo con cani di taglia medio grande, come il Pastore Tedesco o l’Alano, mentre la sua tendenza a dare la caccia alle piccole prede non lo rende consigliabile come compagno di cani molto piccoli, perché potrebbe inseguirli e far loro del male.

Per attenuare questa tendenza predatoria e renderlo ancora più socievole, sarà utile un percorso di socializzazione dell’Husky Siberiano sin da cucciolo.


19. Beagle

Beagle

Amichevole, giocherellone, iperattivo, il Beagle è noto per essere un cane molto socievole e amante della compagnia degli altri cani.

Questo è dovuto sicuramente alle sue origini, in quanto veniva adoperato per la caccia alla lepre, ed era abituato a vivere e lavorare in mezzo ai suoi simili.

Anche la sua taglia media in questo senso lo aiuta,  e se hai pensato ad accogliere in casa un secondo cane, con un Beagle difficilmente potrai sbagliare, perché saprà essere un ottimo compagno per qualunque altro cane.

Il Beagle è un cane davvero energico, non facilissimo da addestrare, molto affettuoso e legato al proprio padrone, tanto da tendere a manifestare ansia da separazione se la sua assenza si protrae.


20. Bassotto

Bassotto

Il Bassotto è un cane che si caratterizza per una forte personalità, e in cui permane ben vivo il retaggio di uno spiccato senso predatorio.

Il Bassotto potrebbe dare qualche problema nella convivenza e non andare particolarmente d’accordo con gli altri animali presenti di casa, anche perché ha un temperamento piuttosto protettivo nei confronti del proprio padrone, che lo porta a sviluppare una certa gelosia nei suoi confronti.

Se però sei deciso a iniziare la convivenza con un altro cane, avendo già in casa un Bassotto, dovresti orientarti verso un cane piccolo e docile come, ad esempio, un Maltese o un Carlino, che dovranno essere comunque molto piccoli.

Un percorso che preveda la socializzazione e l’addestramento, fatto in età precoce, è indispensabile per evitare che il cane diventi aggressivo verso gli altri animali. Tutto dovrà avvenire in maniera molto graduale.


21. Bulldog Inglese

Bulldog-Inglese

Di indole pacifica e rilassata, il Bulldog Inglese è poco ricettivo agli stimoli, molto amante della vita pacifica e facilmente adattabile in un appartamento.

Ideale come primo cane, è molto legato al proprio padrone, paziente e tollerante con tutti, bambini e animali.

Il Bulldog Inglese ha un temperamento tutto sommato equilibrato, ma sicuramente emotivo, ed essendo un cane abbastanza dominante, il problema che può emergere è nei rapporti tra cani maschi. 

In questo senso, la socializzazione precoce è sempre raccomandata, e il Bulldog Inglese apprezzerà il contatto con gli altri animali, purché avvenga in maniera graduale e educata.


Conclusioni

In conclusione, se sei alla ricerca di un compagno per il tuo cane, sappi che ci sono molte razze di cani che ben si adattano alla convivenza con i propri simili e amano la loro compagnia.

Abbiamo visto come costante che una buona socializzazione del cane fin da cucciolo è indispensabile, perché produrrà certamente effetti positivi sull’animale.

Nello stesso tempo, è anche vero che, quando si porta un cane in una casa dove ve ne è già uno, la convivenza deve essere sviluppata con pazienza e in maniera molto graduale, in modo da non alterare troppo l’equilibrio già esistente e non provocare traumi né conflitti ai nostri amici a quattro zampe.

Il cane Pastore tedesco: caratteristiche e gestione

Intelligente, affidabile, coraggioso, affettuoso, e naturalmente fedele: ecco le caratteristiche più salienti del Pastore tedesco, una delle razze canine più popolari, amate e versatili che si conoscano.

Incrocio AmStaff e Pastore Tedesco

Sicuramente conoscerai queste due razze di cani. AmStaff e Pastore Tedesco sono molto popolari. Ma hai mai visto un loro incrocio?

Il mix Amstaff e Pastore Tedesco è davvero sorprendente!

Prende il meglio da entrambi i genitori. Ma come ti aspetti l’incrocio AmStaff e Pastore Tedesco?

Potrebbe essere il cane giusto per te?

Qual è il suo temperamento? Ma soprattutto, è un buon cane per famiglie?

Continua a leggere per saperne di più su questo splendido incrocio.

L’incrocio fra il Pastore tedesco e il Pastore australiano

Il Pastore australiano tedesco è un bellissimo esemplare canino che deriva dall’incrocio fra un Pastore tedesco e un Pastore australiano.