Le razze di cani che vanno d’accordo con i polli

Alzi la mano quello tra i nostri lettori a cui non sorride l’idea, avendone lo spazio e la possibilità, di poter allevare qualche bel pollo ruspante.

Oltre alla fortuna di avere uova fresche e genuine ogni giorno, cosa niente affatto da sottovalutare per la propria salute a tavola e per la propria economia domestica, poter allevare galline è sicuramente anche una discreta soddisfazione.

Per non parlare del divertimento dei bambini di casa e dell’aspetto educativo del fatto di mettere in piedi un piccolo pollaio.

Se però possiedi già un cane, o hai in mente di adottarne uno, ci sono delle considerazioni che dovresti fare circa il rapporto tra cani e galline, prima di partire con l’avventura del pollaio e iniziare la convivenza.

Nel nostro articolo ti spieghiamo quali sono le razze di cani che vanno d’accordo con i polli, e tutto quello che c’è da sapere in proposito sull’argomento.

Quali razze di cani possono andare d’accordo con i polli?

Per avere un’idea di come organizzare una eventuale convivenza tra cani e polli, bisogna partire anzitutto dal concetto che il primo e più importante fattore è sempre il carattere del singolo cane, che viene prima ancora della razza di appartenenza.

Questo non significa affatto che la razza del cane sia ininfluente, anzi, sarà bene studiare le caratteristiche delle varie razze per capire qual è quella più adatta ad andare d’accordo con gli altri animali.

Ad esempio, ci sono razze conosciute per essere particolarmente protettive nei confronti di animali da fattoria come i polli.

Come si può facilmente immaginare, i polli sono prede facili, e spesso una recinzione non risolve del tutto il problema; pensa ad esempio ai rapaci, che calano dall’alto senza incontrare barriere fisiche di alcun genere. 

Dunque, anche se è saggio mettere in conto una certa quota di perdita di polli, la presenza di un cane posto a guardia del pollaio può rappresentare un buon deterrente contro i possibili predatori.

I cani da guardia, ad esempio, nonostante la loro mole piuttosto grande, hanno un naturale istinto di protezione verso gli animali da fattoria.

Un cane da guardia, o da pastore, se ben addestrato, può essere davvero molto efficace nel dissuadere i predatori, sia di giorno che di notte. (“Predator Management for Small and Backyard Poultry Flocks.” Small and Backyard Poultry, United States Cooperative Extension System)

A parte le razze di cani da guardia, per quanto riguarda le reazioni dei cani in genere, queste possono essere molto diverse. 

Il tuo cane potrebbe ignorare i polli, oppure inseguirli solo per giocarci un po’, potrebbe avere un atteggiamento tutto sommato innocuo, oppure dare retta al proprio istinto predatorio e tentare di dar loro la caccia, per mangiarli o anche solo per ucciderli. 

Tutto dipende dalla razza e dal carattere del cane. 

Indipendentemente da questi fattori, è molto importante partire con il piede giusto e introdurre sempre molto lentamente la convivenza tra il tuo cane e i tuoi polli.

Inizialmente dovrai essere molto attento a che l’ambiente sia controllato, ad esempio dovrai prendere la precauzione di tenere il tuo cane al guinzaglio, e fargli vedere gli animali in modo sicuro, in modo cioè che il cane non possa accedere alla zona in cui si trovano.

Gradualmente, e tenendo sempre d’occhio l’atteggiamento del tuo cane nei confronti dei polli, potrai allentare la guardia, ma con molta calma e pazienza.

Il tuo cane dovrebbe già essere educato ai comandi di base, come sedersi, restare e venire, oltre al comando molto importante “lascia stare”, che dovrebbe essere utile per impedire al tuo cane di inseguire i polli. 

Naturalmente questo processo deve essere fatto gradualmente e sotto la tua sorveglianza, senza che il cane resti mai incustodito con i polli, perché non sai le reazioni che può avere, specie all’inizio.

Ma veniamo ora alle razze canine più adatte alla convivenza, e vediamo insieme quali sono gli amici a quattro zampe che vanno maggiormente d’accordo con i polli.

1. Il Golden Retriever

Golden-Retriever

Il Golden Retriever è una delle razze più amate e popolari al mondo, ed è il perfetto cane da compagnia, dolce, leale e intelligente, ottimo compagno per i bambini e adattissimo alla vita in famiglia.

Curioso e giocherellone, ha un talento naturale per la caccia. Per cui all’inizio, se deve convivere con piccoli animali come i polli, sarà bene sorvegliare il suo comportamento.

Me se ben educato, il suo temperamento piacevole prevale e sarà adatto anche alla convivenza con i polli: d’altra parte, è una delle razze più socievoli sia con l’uomo che con gli animali in genere, ed è molto apprezzato proprio per questa sua caratteristica. 

Il Golden Retriever, oltre che molto intelligente, è anche particolarmente leale; quindi, puoi anche addestrarlo facilmente a stare lontano dal tuo pollame, oppure abituarlo con gradualità alla sua presenza.


2. Il Japanese Chin

Japanese-Chin

A questa razza, non molto diffusa, appartiene un piccolo cane molto socievole, docile e affettuoso.

Il Japanese Chin è un cane intelligente e per questo molto ben addestrabile, è infatti adatto anche ai principianti e può convivere pacificamente in famiglia.

Sono proprio le sue piccole dimensioni che lo rendono adatto a convivere tranquillamente in una piccola fattoria o in un cortile con i polli e altri piccoli animali.

Il Japanese Chin pesa infatti, appena qualche chilogrammo e, pur essendo un cagnolino energico e amante dei giochi, non mostra mai atteggiamenti aggressivi, anzi, è tra i pochi cani ad accettare che nel proprio territorio siano presenti anche altri animali.

L’importante è fargli fare un processo di socializzazione fin quando è ancora un cucciolo, per evitare che possa assumere un atteggiamento eccessivamente diffidente. 


3. Il Mastino Tibetano

Mastino-Tibetano

Dalle dimensioni minuscole del Japanese Chin, passiamo a un gigante come il Mastino Tibetano, un molosso dall’aspetto massiccio, fiero e imponente, ma anche uno dei migliori cani da guardia per via della sua natura molto protettiva.

Certamente per via della sua storia, della sua stazza e delle sue caratteristiche fisiche, non stiamo parlando di un cane per tutti.

Il Mastino Tibetano non è fatto per la vita cittadina né per le relazioni mondane.

Ama il proprio padrone e difende strenuamente il nucleo famigliare e il proprio territorio, è intelligente e riservato e ama i suoi spazi, perché è un cane estremamente possessivo, nato in territori aspri e inospitali.

È importante conoscere a fondo un cane come questo ed essere in grado di gestirlo, rispettare i suoi spazi e le distanze.

Il Mastino Tibetano in sé non è un cane aggressivo o pericoloso, ma la sua scorretta gestione può causare incidenti e situazioni molto spiacevoli. 

In quanto cane da guardia, può convivere con piccoli animali come i polli, in quanto rientra nella sua natura e nei suoi compiti il fatto di proteggere il suo territorio.


4. Il Maltese

Maltese

Il Maltese è un cane sociale, dal carattere tollerante e adattabile.

Gioioso e vivace, molto affettuoso con il proprio padrone ed estremamente intelligente, il Maltese non perde mai l’attenzione a ciò che gli succede intorno ed è in grado di seguire con facilità tutte le indicazioni di addestramento per una buona educazione.

Addestrare un piccolo Maltese è facile e dà grandi soddisfazioni.

Di taglia piccola, ma con un temperamento vivace e attivo, il Maltese non ha un grande istinto predatorio, e per questo è adatto a vivere con altri piccoli animali, tra cui i polli; è un cane curioso, che ama interagire con gli altri animali, ben conscio che la sua stazza minuscola non gli permette di fare la voce grossa.

Il Maltese è quindi di carattere molto tollerante, anzi, occorrerà proteggerlo da animali più grandi di lui, per i quali potrebbe lui stesso essere scambiato per una preda, andando incontro a problemi fisici e incidenti spiacevoli.


5. Il Bichon Frisé 

Bichon-Frisé

Il Bichon Frisé è un cane abbastanza raro, un adorabile, piccolo e vivace animale da compagnia, affettuoso con la famiglia e piuttosto adattabile di carattere.

È un cane ideale per un appartamento, proprio per le sue piccole dimensioni, tuttavia, grazie alla sua vivacità ed energia, vivrà benissimo anche in una fattoria, a contatto con altri animali.

Brioso e vispo, sa farsi rispettare quando vuole e affermare la sua personalità, diventando anche testardo e cocciuto, ma in modo sempre positivo.

Certamente non si tratta di un cane adatto a fare la guardia, ma il suo carattere piacevole e cordiale e le sue dimensioni contenute lo renderanno un compagno adatto ad andare d’accordo con i polli e con gli altri animali del cortile.

Il Bichon Frisé è anche un cane molto intelligente e facile da addestrare; inoltre, se il tuo cortile è piccolo e non hai lo spazio sufficiente per un cane di grandi dimensioni, il Bichon Frisé rappresenta la scelta ideale.

Non ama la solitudine e pur non essendo utilizzato come cane da guardia, è un cane molto attento, a cui non sfugge nulla.


6. Il Bovaro dei Pirenei 

Bovaro-dei-Pirenei

Uno splendido, gigantesco e dolcissimo cane, nato molti secoli fa con lo scopo di proteggere le greggi di pecore dai lupi, il Bovaro dei Pirenei è un protettore ideale anche per i polli e gli altri piccoli animali del cortile o della fattoria. 

Si tratta di una razza di cani piuttosto impegnativa, sia per via del loro mantello, che richiede molta cura, sia per il loro carattere che può essere testardo, anche se dolce, e quindi non facilissimo da addestrare.

Infine, la stazza e l’energia del Bovaro dei Pirenei richiedono ampi spazi e una vita all’aria aperta.

Insomma il Bovaro dei Pirenei non è certo un cane per neofiti, né adatto a tutti i contesti.

Questi cani hanno infatti bisogno di molto esercizio fisico e di ampi spazi, e sfogheranno al meglio la loro vitalità correndo all’aperto e sorvegliando gli altri animali, compreso i polli.

Il Bovaro dei Pirenei è comunque un cane tranquillo e gentile, adatto a famiglie con bambini e piccoli animali, di carattere molto leale. 

Da non confondere assolutamente con il Mastino dei Pirenei, un cane, come vedremo in seguito,  decisamente meno socievole e più impegnativo.


7. Il Puli

Puli

Il Puli è un cane da pastore di origine ungherese, dal caratteristico pelo a corda, con ciuffi che gli ricadono sugli occhi e si muovono su tutto il corpo quando il cane corre.

Questo cane molto particolare, di taglia media e dal mantello molto caratteristico e impermeabile, è l’ideale come cane da fattoria, anche perché può stare fuori sotto la pioggia senza timore di bagnarsi e resistere a ogni genere di intemperie .

Leale, energico, intelligente e testardo, il Puli richiede un certo addestramento e una educazione precoce, per temperare il lato più volitivo e talvolta testardo del suo carattere. 

Si tratta comunque di un cane devoto e obbediente, fedele e desideroso di compiacere il proprio padrone, con un grande senso del dovere verso la protezione e la custodia degli animali del gregge.

Il suo lato testardo richiede una certa fermezza e pazienza nel padrone che lo voglia addestrare e educare.


8. Il Mastino dei Pirenei

Mastino-dei-Pirenei

Il mastino dei Pirenei è un cane da guardia di taglia molto grande, che ha origine nelle montagne della Spagna, e che ha sempre svolto le funzioni di cane da pastore dedicato alla protezione delle greggi dai lupi e dagli orsi. 

Molto legato all’uomo, costantemente vigile, il Mastino dei Pirenei, nonostante le dimensioni enormi, è un cane molto amichevole, portato a stare con la famiglia e con i bambini, e profondamente leale.

Il suo istinto di cane da guardia lo porta a essere una razza adatta a convivere con i polli, che sorveglia e protegge da altri predatori, come è nel suo Dna.

Gentile e protettivo, non è tuttavia così amichevole né tantomeno portato alla socialità come invece è il Bovaro dei Pirenei, con cui non va confuso, e anzi necessita di un lungo percorso di socializzazione precoce per far emergere i lati migliori del suo carattere.

Certamente non è un cane per tutti, sia per le caratteristiche fisiche che dal punto di vista caratteriale e di temperamento.


9. Il Pastore Maremmano

pastore-maremmano

Originario delle zone rurali del Centro Italia, il Pastore Maremmano è una razza molto antica, ed è un perfetto guardiano non solo del bestiame, ma anche dei bambini e della sua famiglia di appartenenza.

Fisicamente è dotato di un mantello resistente al freddo e alle intemperie, che gli permette di affrontare qualunque evento atmosferico senza paura, badando al gregge e svolgendo il suo lavoro con un grande istinto di protezione.

Coraggioso, protettivo e ferocemente leale, può tuttavia apparire ostile verso gli estranei; quindi, si tratta di un cane che va educato con fermezza e socializzato fin da subito.

Il Pastore Maremmano è un gigante che ha bisogno di grandi spazi aperti, come ad esempio un’azienda agricola o una fattoria.

Intelligenti, determinato e sempre vigile, è un cane adatto alla protezione di tutti gli animali, polli compresi, in quanto come cane da pastore, il suo istinto è quello di radunare e spingere tutti gli animali.

È anche un perfetto cane di famiglia, molto adatto alle famiglie con bambini.


10. Il Pastore dell’Anatolia

Pastore-dell’Anatolia

Il Pastore dell’Anatolia è originario della Turchia, e da sempre è stato utilizzato come formidabile guardiano del gregge, in grado di mimetizzarsi tra il bestiame che custodiva.

Eccezionalmente resistente a tutti i climi, sia caldi che freddi, grazie al sottopelo spesso e folto che ha sotto il mantello, dotato di un ottimo udito e di una vista eccezionale, questo cane può svolgere le proprie funzioni di protezione degli altri animali sia in estate che in inverno.

La loro stazza li rende inoltre un buon deterrente contro i predatori di polli; tra l’altro, non è un cane che abbia bisogno di particolare esercizio fisico; quindi, è molto adatto a restare in un cortile. 

Molto protettivi e indipendenti, questi cani avranno bisogno di un’attenzione particolare per garantire che siano adeguatamente socializzati e addestrati al guinzaglio, specie in presenza di altri cani o persone, anche perché sono testardi, e devono essere addestrati molto presto a seguire i comandi quando vengono chiamati. 


11. L’Akbash

L’Akbash

La razza degli Akbash è di origine turca ed è molto antica: i primi esemplari furono originariamente allevati in Turchia 3000 anni fa allo scopo di aiutare l’uomo a proteggere le greggi. 

Gli Akbash sono gentili e amanti dell’uomo, protettivi per natura e ideali per i polli e i piccoli animali da cortile, che sorveglieranno con cura, abbaiando con insistenza se un animale si allontana o se percepiscono che qualcosa non va. 

Dal punto di vista del carattere, sono cani molto territoriali e in genere diffidenti verso gli estranei.

Sebbene siano indipendenti, gli Akbash possono soffrire di stress da separazione qualora venissero lasciati da soli per troppo tempo. 

Fisicamente, sono cani di grossa taglia, grandi e potenti ma nello stesso tempo molto veloci, che hanno bisogno di molto spazio; essendo inclini all’aumento di peso, occorre far fare loro molto esercizio fisico.

Le loro dimensioni sono già di per sé un ottimo deterrente contro i predatori.

Inoltre, sono cani che hanno una forte tendenza ad abbaiare, il che li rende adatti a stare in ambienti all’aperto, piuttosto che confinati in un ambiente domestico.

L’Akbash ha inoltre un formidabile sesto senso che lo rende capace di intuire da chi può provenire un comportamento minaccioso oppure innocuo. Pertanto sarà gentile se non percepisce pericoli, altrimenti si metterà senza esitare sulla difensiva.

Per questo è un cane che ha bisogno di un percorso di socializzazione, anche per andare d’accordo con gli altri animali. 


12. Il Komondor

Komondor

Il Komondor, altrimenti detto “Cane da Pastore Ungherese” è una razza molto particolare per via del suo aspetto che lo fa assomigliare a una pecora.

Di taglia molto grande e ricoperto da un lungo pelo arrotolato a forma di corda, è noto per il suo forte istinto di protezione e il suo latrato, che lo rende un cane indispensabile per governare un gregge.

L’aspetto divertente del suo particolare mantello si associa ad un carattere estremamente indipendente ed autonomo: è un cane che non soffre di alcuna ansia o stress da separazione dal padrone, perché è molto dedicato al proprio compito.

Questo significa che il Komondor ha bisogno di molto spazio per muoversi e svolgere il proprio ruolo di protettore forte e potente, in perfetta autonomia.

Coraggioso e leale verso la propria famiglia e il bestiame, compreso i polli, questo cane avrà un ottimo comportamento anche con i bambini e gli altri animali domestici.

Il Komondor è un cane coraggioso e intelligente, che tuttavia ha la tendenza a diventare iperprotettivo e a volte aggressivo. Per questo motivo, un percorso di educazione e addestramento fin dalla più tenera età è fortemente raccomandato.

Il Komondor è comunque un cane intelligente e molto curioso; quindi, addestrarlo sarà un compito abbastanza facile e piacevole.


13. Il cane da Pastore Inglese 

Pastore-Inglese

Esteticamente di aspetto molto particolare, con il suo mantello spesso e ispido, sicuramente impegnativo da mantenere, e che lo fa assomigliare vagamente a un orso, il Pastore Inglese è un animale molto agile, attento e vigile.

La razza è stata creata per accompagnare le greggi, quindi molto facilmente si adatta ad una buona  convivenza con i tuoi polli e con gli animali del cortile o della fattoria.

Il Pastore inglese è molto intelligente e quindi facile da addestrare, e il suo temperamento affettuoso lo rende adatto anche a vivere in famiglia.

Si potrebbe quasi dire che la sua personalità gentile e adattabile lo rende un perfetto animale domestico, naturalmente se in casa nessuno soffre di allergie al pelo del cane! Il suo mantello è infatti veramente impegnativo.

Naturalmente, come ogni cane da pastore, anche il Pastore Inglese ha un’indole molto attiva e portata al lavoro; quindi, deve avere dei compiti da svolgere, per non rischiare di annoiarsi.

Ubbidiente e leale verso il proprio padrone, il Pastore Inglese ha un forte istinto protettivo e una tendenza predatoria molto scarsa, per questo è un cane da guardia ideale, senza diventare pericoloso per i polli.


14. Il Kangal

Kangal

 

Il Kangal appartiene a una razza canina non molto diffusa, che ha avuto origine in Turchia, con la particolarità di essere un cane eccellente sia per la guardia degli animali che per la famiglia. 

Amichevole, affettuoso e dolce con i propri padroni, con i bambini e gli animali di casa, non dimentica mai di essere un ottimo cane a guardia del gregge, con un grande istinto protettivo.

Di taglia medio grande, il Kangal è veloce e leggero, molto adatto a vivere in una fattoria, in quanto ha una buona resistenza fisica e un ottimo livello di apprendimento. 

Leale, calmo e ubbidiente, il Kangal risponde velocemente agli stimoli e ai comandi, perché è un cane intelligente e sa essere molto intuitivo.

Ama proteggere gli animali della fattoria e trascorrere ore all’aperto con il proprio padrone, e, come ogni razza di cane da lavoro, ama svolgere i propri compiti, prevalentemente sorvegliando il gregge.

La sua taglia piuttosto grande è in grado di tenere a bada egregiamente eventuali predatori, rendendolo un prezioso compagno di allevatori e agricoltori.


15. Il Kuvasz

Kuvasz

Il Kuvasz è una razza canina molto antica: gli esemplari sono originari dell’Ungheria, dove venivano usati come cani da guardia sin da Medio Evo.

Ateltici e agili al tempo stesso, maestosi e possenti, sono cani attivi che hanno bisogno di molto esercizio e movimento.

Dolci ed estremamente protettivi con la famiglia e i padroni, sono tuttavia sempre molto attenti e diffidenti nei confronti degli estranei.

Questa razza di cani molto grandi va d’accordo con i polli, in quanto il concetto di protezione è nel loro DNA da sempre.

Molto dedicati ai loro compiti, i Kuvasz adorano essere occupati, e hanno un forte desiderio di compiacere i loro padroni; per questo è anche facile addestrarli. 

Di solito sono amichevoli con altri cani, bambini e piccoli animali.

Intelligenti e sensibili, hanno bisogno di molto spazio e molto tempo da parte dei loro padroni.

Non si tratta quindi di una razza per proprietari inesperti.

Il Kuvasz è una razza molto reattiva nella propria veste di guardiano, infatti preferisce agire subito, piuttosto che aspettare, se nota una minaccia.

Fortunatamente, questo cane ha un sesto senso molto forte nell’individuazione della minaccia e del pericolo, e difficilmente attaccherà una persona, a meno che non stia cercando di rubare i tuoi polli.

Conclusioni

In conclusione, alla domanda se cani e polli possono convivere ed andare d’accordo, possiamo rispondere tranquillamente di sì.

Allevare polli è compatibile con il fatto di avere dei cani; a patto però di prendere alcune precauzioni e fare alcune considerazioni preliminari.

Occorre prediligere una razza di cane con tendenze amichevoli e con un basso istinto predatorio. Per intenderci, certamente un Beagle o un Bassotto non sono la razza ideale, visto il loro forte istinto alla caccia.

Potendo, cioè avendo lo spazio, è meglio piuttosto optare per un cane che abbia un certo istinto protettivo, come ad esempio un cane da pastore, che è adatto alla vita in fattoria, è abituato a svolgere i propri compiti e difficilmente farà del male ai polli.

Per quanto riguarda la taglia, c’è da tenere presente che un cane di taglia grande potrebbe essere più aggressivo verso gli animali più piccoli, mentre alcune razze da pastore sono più testarde e volitive di altre, per cui l‘addestramento o il fatto di richiamare il cane potrebbe non essere così semplice.

Quel che è certo, a prescindere dalla razza e soprattutto dall’indole del singolo cane, è che c’è bisogno di un periodo di addestramento del cane e di reciproca conoscenza, prima di potersi fidare totalmente e iniziare una convivenza.

All’inizio il cane e i polli si devono conoscere e abituare l’uno agli altri. Per far questo, ti consigliamo di dedicare tempo e pazienza per insegnare al tuo cane che anche i polli fanno parte della famiglia, cosa che può avvenire solo a patto di trascorrere un po’ di tempo nel pollaio, assieme al cane, magari tenendolo al guinzaglio oppure tenendo separati i polli.

In questo modo, il cane dovrebbe pian piano acquistare confidenza con i polli, e non aggredirli ma semplicemente annusarli per conoscerli.

Questa operazione può richiedere del tempo, durante il quale devi essere presente per vedere eventuali reazioni e interazioni degli animali tra di loro.

Pian piano capirai se possono andare d’accordo, e in questo caso puoi premiare il tuo cane per il suo buon comportamento verso i polli.

Il Pastore tedesco: maschio o femmina?

La scelta di un cane è, o almeno DOVREBBE ESSERE, una scelta che dura per tutta la vita.

Il cane resterà infatti con noi per molti anni e il suo ingresso nella nostra casa e nella cerchia familiare comporterà modifiche al nostro modo di vivere, ed anche – inutile negarlo – qualche inevitabile sacrificio.

Pastore Tedesco in appartamento: sì o no?

Cane tra i più amati e popolari, ma anche tra i più grandi come dimensioni, il Pastore tedesco potrebbe suscitare qualche serio dubbio circa la sua adattabilità negli spazi più o meno angusti di un appartamento di città, magari con le ulteriori limitazioni di un affitto in condominio.

Incrocio tra il Pastore tedesco e il Lupo dei Carpazi

Oggi vogliamo approfondire la conoscenza di una razza canina molto particolare e affascinante: quella del Lupo cecoslovacco, ovvero del cane nato dall’incrocio tra il ben noto Pastore tedesco e il Lupo dei Carpazi.